Camera dei Deputati - 5-04804 - Interrogazione sugli interventi di ANAS con riferimento al ponte stradale tra i comuni di Borgomantovano e Ostiglia, sulla strada statale n. 12 «dell'Abetone e del Brennero».

Camera dei Deputati - 5-04804 - Interrogazione a risposta in Commissione presentata il 19 ottobre 2020

Al Ministro delle infrastrutture e dei trasporti. — Per sapere – premesso che:

in riferimento al ponte stradale di attraversamento del fiume Po tra i comuni di Borgomantovano e Ostiglia, in provincia di Mantova collocato sulla strada statale n. 12 «dell'Abetone e del Brennero», nell'ambito del Patto per la regione Lombardia del 2016 tra regione e Presidenza del Consiglio dei ministri, erano sono stati individuati 20 milioni di euro a valere su risorse Fsc 2014-2020 per l'adattamento a ponte stradale del ponte ferroviario sul Po a Ostiglia (dismesso nel luglio 2009), in modo da permettere la separazione dei flussi di marcia del traffico stradale nelle due direzioni nord-sud;

successivamente, il provveditorato interregionale per la Lombardia e l'Emilia-Romagna ha rigettato l'istanza di deroga ai sensi dell'articolo 3 del decreto ministeriale 5 novembre 2011 finalizzata alla riconversione del ponte ferroviario in ponte stradale;

ciò comporta la necessità da parte di Anas di avviare una progettazione ex novo con realizzazione di un manufatto a soletta unica e possibile riutilizzo delle fondazioni esistenti, il cui costo stimato da Anas sarebbe presumibilmente dell'ordine di 50 milioni di euro;

nell'aggiornamento del contratto di programma 2016-2020 fra Ministero delle infrastrutture e dei trasporti e Anas relativo al 2018-2019, nella Sezione A1.1 «elenco degli interventi per i quali vengono finalizzate prioritariamente le risorse destinate ad attività di progettazione per investimenti da inserire nei successivi aggiornamenti contrattuali ovvero nel prossimo Contratto di Programma» viene riportato l'intervento relativo alla realizzazione di un nuovo impalcato stradale in sostituzione di quelli esistenti (ferroviario e stradale) sul Po ad Ostiglia e Revere;

attualmente la competenza sull'infrastruttura è ripartita tra Anas, per il tratto stradale, ed Rfi per quanto riguarda il sedime ferroviario dismesso;

si rende necessaria la sottoscrizione di una Convenzione tra i due enti sopra richiamati per il trasferimento del sedime ferroviario ad Anas –:

se il Ministro interrogato abbia aggiornamenti sull'iter della Convenzione tra i due enti e quali siano gli ultimi sviluppi in merito.
(5-04804)

Contenuto pubblico