Comm.ne Ambiente (VIII) – Sulla proposta di legge C. 1428 Pellicani recante “Modifiche e integrazioni alla legislazione speciale per la salvaguardia di Venezia e della sua laguna - Audizioni del 25 febbraio 2020.

Commissione Ambiente (VIII) – Sulla proposta di legge C. 1428 Pellicani recante “Modifiche e integrazioni alla legislazione speciale per la salvaguardia di Venezia e della sua laguna - Audizioni informali del 25 febbraio 2020.

 

1. Il d Primo procuratore di S. Marco, ha rappresentato che l’acqua alta ha sempre caratterizzato la laguna perché diversi sono stati nel tempo gli eventi alluvionali che hanno colpito la città di Venezia. Da ultimo, ha ricordato l’alluvione dello scorso 12 novembre in cui il livello dell’acqua ha raggiunto i 1,87 m, che invece nella Basilica ha superato i 2,50 m. È evidente che tali eventi hanno avuto nel tempo effetti disastrosi sulla città soprattutto per la Basilica di S. Marco.

Ad avviso del dott. Tesserin, l’episodio dell’alluvione del 1966 in cui si auspicava la possibilità concreta di disporre, per gli anni immediatamente successivi, il Modulo sperimentale elettromeccanico (MOSE), la successiva del 2018 e da ultimo quella del 2019 hanno dimostrato che ad oggi, non c’è la percezione del pericolo che Venezia sta attraversando. Se si considerano i cambiamenti climatici, si deve prendere atto che gli accadimenti del 12 novembre sono ripetibili pertanto forte è la raccomandazione che si dia decorso alla legge e che si attuino i relativi provvedimenti attuativi perché il MOSE venga messo nella condizione di essere testato per capire la sua funzionalità. Il dato preoccupante è che nessuno si interroga sulla possibilità che tale sistema possa funzionare adeguatamente, considerato che il MOSE è da 5 anni in acqua.

...

In allegato la sintesi della diretta web.


Allegati