Schema di decreto legislativo sulla distribuzione assicurativa.

Schema di Decreto legislativo recante recepimento della direttiva 2016/97 relativa alla distribuzione assicurativa.

 

Lo schema di decreto in titolo è diretto a dare attuazione alla direttiva (UE) 2016/97 del Parlamento europeo e del Consiglio del 20 gennaio 2016, introducendo importanti novità nella disciplina in materia di distribuzione assicurativa. A tal proposito si ricorda che la direttiva 2016/97/UE disciplina l'attività di distribuzione assicurativa introducendo sistemi più efficienti e semplificati di gestione dei registri e di vigilanza sulle imprese e sugli intermediari. Essa inoltre prevede l’innalzamento del livello di tutela del consumatore.

Lo schema di decreto in esame, quindi, modificando il Codice delle assicurazioni private, chiarisce la definizione di attività di distribuzione assicurativa e riassicurativa e interviene in materia di intermediazione assicurativa, risoluzione stragiudiziale delle controversie, coordinamento delle disposizioni normative e regolamentari in materia di prodotti di investimento al dettaglio e assicurativi pre-assemblati.

Interviene anche sulla disciplina applicabile alla vendita dei prodotti d’investimento assicurativo prevedendo che l’IVASS, sentita la Consob, adotti le disposizioni attuative in modo da garantire uniformità alla disciplina applicabile a prescindere dal canale distributivo e la coerenza e l’efficacia complessiva del sistema di vigilanza sui prodotti di investimento assicurativi. Inoltre, è previsto che l’IVASS e la Consob si accordino sulle modalità di esercizio dei poteri di vigilanza, secondo le rispettive competenze, in modo da ridurre gli oneri a carico dei soggetti vigilati.

Si segnalano anche interventi sul Decreto Legislativo del 24 febbraio 1998, n. 58 (Testo unico delle disposizioni in materia di intermediazione finanziaria) per adeguare l’ambito di competenza della Consob in relazione ai poteri di vigilanza, di indagine e sanzionatori sui prodotti assicurativi d’investimento al fine di renderli coerenti con i criteri di delega.

Inoltre lo schema di decreto prevede l’istituzione di un organismo di registrazione degli intermediari assicurativi e riassicurativi attraverso l’introduzione dell’articolo 108 bis al decreto legislativo n. 209 del 2005. A tale organismo sono attribuite le funzioni di registrazione degli intermediari e di promozione della diffusione dei principi di correttezza e diligenza professionale presso gli intermediari di cui all’articolo 109 del Codice delle Assicurazioni private. L’Organismo è sottoposto al controllo dell’IVASS che con proprio regolamento stabilisce le modalità con cui lo stesso esercita le proprie attività.

Infine il decreto prevede un significativo rafforzamento del sistema sanzionatorio per la violazione delle norme sulla distribuzione assicurativa: sono previste sanzioni amministrative pecuniarie sia alle persone fisiche che a quelle giuridiche, e altre misure sanzionatorie a carattere non pecuniario.

a cura della Dott.ssa Lucia Cavalli


Allegati