Digitale: Ue verso spinta 5G e giro di vite con web tax.

Digitale: Ue verso spinta 5G e giro di vite con web tax

7.02.2020 Ansa BRUXELLES - Accelerare la connettività in Europa, con una riduzione dei costi della banda larga e un piano d'azione aggiornato sul 5G, e un giro di vite sul fisco per i colossi del web, con l'introduzione di "una tassazione equa ed efficace": sono le priorità fissate dalla Commissione Ue nella comunicazione sulla sua strategia digitale, che sarà pubblicata il 19 febbraio, fatta circolare dalla testata online Euractiv.

"L'Europa deve diventare il continente meglio collegato al mondo, alimentato da reti sicure in fibra e 5G", sottolinea nel documento Bruxelles che, in ottica Green Deal, propone inoltre di avanzare con i "corridoi 5G" per la mobilità connessa e automatizzata tra il 2021 e il 2027 e completare un "supporto pilota per i corridoi ferroviari 5G" nel 2021-2023.

Sulla web tax, in attesa del responso dell'Ocse per un accordo internazionale, l'Ue resta ferma nella sua volontà di agire. "Le compagnie che vogliono giocare in Europa devono pagare in Europa", scrive la Commissione, che ritiene "inaccettabile" che "alcune società paghino le tasse e altre no" grazie a un "modello di business" che "premia poche aziende con maggiori quote di mercato" permettendo di aggirare il fisco dove i ricavi vengono generati.