Biodiversità: il Consiglio adotta conclusioni.

9.10.2018 - I ministri dell'ambiente hanno adottato oggi conclusioni sulla convenzione sulla diversità biologica (CBD), il protocollo di Cartagena sulla biosicurezza e il protocollo di Nagoya sull'accesso e la ripartizione dei benefici. Le conclusioni definiscono il quadro politico generale della posizione negoziale dell'UE in occasione della quattordicesima riunione della conferenza delle parti della convenzione sulla diversità biologica in Egitto nel novembre 2018. Nelle conclusioni, il Consiglio riconosce che sono stati compiuti buoni progressi verso la realizzazione di alcune parti del piano strategico per la biodiversità 2011-2020 e dei suoi obiettivi di biodiversità Aichi, ma chiede maggiori sforzi per raggiungere pienamente questi obiettivi. Il Consiglio esprime profonda preoccupazione per il fatto che la base di risorse naturali ei servizi ecosistemici di cui l'umanità dipende sono ad alto rischio e che la maggior parte delle pressioni causa la perdita di biodiversità, compresa la perdita e il cambiamento degli habitat, il degrado del suolo, i cambiamenti climatici, le specie esotiche invasive, l'inquinamento terrestre e marino e l'uso insostenibile della biodiversità, continuano ad aumentare. Pertanto, il Consiglio esorta la Commissione e i suoi Stati membri a impegnarsi a fondo nei prossimi due anni per attuare pienamente la strategia dell'UE sulla biodiversità fino al 2020 e le strategie nazionali e i piani d'azione sulla biodiversità. Maggiori info qui:

https://www.consilium.europa.eu/it/press/press-releases/2018/10/09/biodiversity-council-adopts-conclusions/