Consiglio dei Ministri. Comunicato stampa del 6 Novembre 2019.

- Il Consiglio dei Ministri si è riunito oggi, mercoledì 6 novembre 2019, alle ore 18.28 a Palazzo Chigi, sotto la presidenza del Presidente Giuseppe Conte. Segretario il Sottosegretario alla Presidenza Riccardo Fraccaro.

*****

ATTUAZIONE DELLO STATUTO DEL FRIULI VENEZIA GIULIA

Norme di attuazione dello Statuto speciale della Regione autonoma Friuli-Venezia Giulia in materia di coordinamento della finanza pubblica (decreto legislativo)

Il Consiglio dei Ministri, su proposta del Presidente Giuseppe Conte e del Ministro per gli affari regionali e le autonomie Francesco Boccia, ha approvato un decreto legislativo che introduce norme di attuazione dello Statuto speciale della Regione autonoma Friuli Venezia Giulia in materia di coordinamento della finanza pubblica.

Il testo istituisce il “sistema integrato degli enti territoriali del Friuli Venezia Giulia”, costituito, ai fini del coordinamento della finanza pubblica, dalla Regione Friuli Venezia Giulia, dagli enti locali situati sul suo territorio e dai rispettivi enti strumentali e organismi interni.

Tra le altre misure, il testo:

  • prevede che il sistema integrato contribuisca all’osservanza dei vincoli economici e finanziari derivanti dall’ordinamento dell’Unione europea e partecipi alla solidarietà nazionale mantenendo in equilibrio i bilanci degli enti nonché corrispondendo un contributo in termini di saldo netto da finanziare di durata transitoria concordato tra lo Stato e la Regione con il metodo dell’Accordo oppure realizzando sul territorio regionale opere pubbliche di rilevanza nazionale;
  • stabilisce che lo Stato e la Regione verificano che le misure di concorso alla finanza pubblica siano compatibili con la necessità del sistema integrato di finanziare adeguatamente le funzioni ad esso attribuite o delegate;
  • definisce la misura del contributo del sistema integrato alla finanza pubblica per il triennio 2019-2021 e prevede che, per gli anni successivi al 2021 lo Stato e la Regione, con accordo da concludersi entro il 30 giugno 2021, aggiornano il quadro delle relazioni finanziarie tra lo Stato e il sistema integrato.
  • All’esame del provvedimento ha partecipato anche il Presidente della Regione Friuli Venezia Giulia, Massimiliano Fedriga, appositamente invitato.

*****

NUOVA ORGANIZZAZIONE DEL MINISTERO DELL’AMBIENTE

Regolamento di organizzazione del Ministero dell’ambiente e della tutela del territorio e del mare. Modifiche al decreto del Presidente del Consiglio 19 giugno 2019, n. 97, ai sensi dell’articolo 5 del decreto–legge 21 settembre 2019, n. 104 (decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri)

Il Consiglio dei Ministri, su proposta del Ministro dell’ambiente e della tutela del territorio e del mare Sergio Costa, ha approvato un regolamento, da adottarsi con decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri, relativo all’organizzazione dello stesso dicastero e che reca modifiche al decreto del Presidente del Consiglio 19 giugno 2019, n. 97, ai sensi dell’articolo 5 del decreto-legge 21 settembre 2019, n. 104.

Il testo opera una risistemazione e una razionalizzazione complessiva dei compiti e delle funzioni attribuite alle strutture amministrative del Ministero, in modo da assicurare una più efficace tutela ambientale e velocizzare i procedimenti. La nuova organizzazione prevede un’articolazione più razionale, in due dipartimenti con competenze su grandi temi omogenei e otto direzioni generali, ciascuna con compiti tematici specifici.

*****

PERSONALE A.F.A.M.

Autorizzazione all’assunzione di personale a tempo indeterminato (decreto del Presidente della Repubblica)

Il Consiglio dei Ministri, su proposta del Ministro della pubblica amministrazione Fabiana Dadone, ha deliberato, a norma dell’articolo 39 della legge 27 dicembre 1997, n. 449, l’autorizzazione al Ministero dell’istruzione, dell’università e della ricerca ad assumere a tempo indeterminato, per l’anno accademico 2019/2020, 386 unità di personale docente per le esigenze delle Istituzioni di alta formazione artistica, musicale e coreutica (A.F.A.M.), nonché ad accantonare una quota pari al 10 % del budget assunzionale per le finalità di cui all’articolo 1, comma 654, della legge di bilancio 2018 (legge 27 dicembre 2017, n. 205).

*****

FABBISOGNI STANDARD

Aggiornamento a metodologia invariata dei fabbisogni standard dei Comuni per il 2020 (decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri – esame preliminare)

Il Consiglio dei Ministri, su proposta del Ministro dell’economia e delle finanze Roberto Gualtieri, ha approvato, in esame preliminare, il decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri che aggiorna, a metodologia invariata, i fabbisogni standard dei Comuni delle regioni a statuto ordinario, per il 2020, per quanto attiene alle funzioni fondamentali relative ad asili nido e trasporto pubblico locale.

La Nota metodologica sarà trasmessa alla Conferenza Stato-città ed autonomie locali per l’espressione del previsto parere.

*****

PROVVEDIMENTI DI PROTEZIONE CIVILE

Il Consiglio dei Ministri, su proposta del Presidente Giuseppe Conte, ha deliberato:

  • la dichiarazione dello stato di emergenza nel territorio del comune di Formazza, in provincia di Verbano-Cusio-Ossola;
  • l’estensione degli effetti della dichiarazione dello stato di emergenza, adottata con delibera del 1° luglio 2019, in conseguenza degli ulteriori eccezionali eventi meteorologici che si sono verificati, nei giorni 25 e 26 luglio 2019, nel territorio del comune di Grosio (Sondrio) e, nei giorni dal 31 luglio al 12 agosto 2019, nel territorio dei comuni di Ono San Pietro e Cerveno (Brescia) e Casargo (Lecco).

*****

DELIBERAZIONI A NORMA DEL TESTO UNICO DEGLI ENTI LOCALI

Il Consiglio dei Ministri, su proposta del Ministro dell’interno Luciana Lamorgese, a seguito di accertati condizionamenti da parte delle locali organizzazioni criminali, a norma dell’articolo 143 del Testo unico delle leggi sull’ordinamento degli enti locali (decreto legislativo 18 agosto 2000, n. 267), ha deliberato lo scioglimento per diciotto mesi del Consiglio comunale di Orta di Atella (Caserta) e il contestuale affidamento dell’amministrazione dell’ente a una commissione di gestione straordinaria.

*****

DELIBERAZIONI AI SENSI DELLA NORMATIVA SULLA CACCIA

Il Consiglio dei Ministri, su proposta del Ministro dell’ambiente e della tutela del territorio e del mare Sergio Costa, a norma dell’articolo 19-bis della legge per la protezione della fauna selvatica omeoterma e per il prelievo venatorio (legge 11 febbraio 1992, n. 157) ha deliberato l’annullamento della delibera della Giunta della Regione Lombardia XI/2087 del 31 luglio 2019, recante “Autorizzazione ad effettuare la cattura di uccelli selvatici per la cessione ai fini di richiamo, ai sensi dell’articolo 9, comma 1 lettera c), della direttiva 2009/147/CE e degli articoli 4 e 19-bis della legge 11 febbraio 1992, n. 157”. La delibera segue la diffida del 1° ottobre scorso da parte del Ministro per gli affari regionali e le autonomie Francesco Boccia.

*****

NOMINE

Il Consiglio dei Ministri, su proposta del Ministro del lavoro e delle politiche sociali Nunzia Catalfo, ha deliberato il conferimento dell’incarico di Segretario generale al dott. Raffaele Michele TANGORRA, dirigente di prima fascia del Ministero.
Inoltre, il Consiglio dei Ministri, su proposta del Ministro dell’interno Luciana Lamorgese, ha deliberato le nomine e il movimento di Prefetti riportati di seguito.

  • Dott.ssa Maria TIRONE
    a Prefetto di Avellino, è destinata a svolgere le funzioni di Vice Capo Dipartimento per l’espletamento delle funzioni vicarie, Direttore centrale per le autonomie presso il Dipartimento per gli affari interni e territoriali
  • dott.ssa Paola SPENA
    da Prefetto di Sondrio, è destinata a svolgere le funzioni di Prefetto di Avellino
  • dott. Salvatore Rosario PASQUARIELLO
    nominato prefetto, è destinato a svolgere le funzioni di Prefetto di Sondrio
  • dott. Emilio Dario SENSI
    da Prefetto di Barletta-Andria-Trani, è destinato a svolgere le funzioni di Prefetto di Terni
  • dott. Maurizio VALIANTE
    nominato prefetto, è destinato a svolgere le funzioni di Prefetto di Barletta-Andria-Trani
  • dott. Francesco Aldo Umberto GARSIA
    nominato prefetto, è destinato a svolgere le funzioni di Prefetto di Vercelli
  • dott.ssa Fabrizia TRIOLO
    nominata prefetto, è destinata a svolgere le funzioni di Prefetto di Biella
  • dott. Fernando GUIDA
    da Prefetto di Crotone, è collocato a disposizione con incarico ai sensi della legge n. 410/91
  • dott.ssa Tiziana TOMBESI
    nominata prefetto, è destinata a svolgere le funzioni di Prefetto di Crotone
  • dott. Francesco ESPOSITO
    da Prefetto di Belluno, è destinato a svolgere le funzioni di Prefetto di Lucca
  • dott.ssa Adriana Nicolina Rosaria COGODE
    nominata prefetto, è destinata a svolgere le funzioni di Prefetto di Belluno
  • dott.ssa Giuseppa SCADUTO
    da Prefetto di Enna, è destinata a svolgere le funzioni di Prefetto di Siracusa
  • dott.ssa Matilde PIRRERA
    nominata prefetto, è destinata a svolgere le funzioni di Prefetto di Enna
  • dott.ssa Lucia VOLPE
    nominata prefetto, è collocata fuori ruolo presso la Presidenza del Consiglio dei Ministri, ai fini del conferimento dell’incarico di Rappresentante del Governo per la Regione Sardegna.

*****

LEGGI REGIONALI

Il Consiglio dei Ministri, su proposta del Ministro per gli affari regionali e le autonomie Francesco Boccia, ha esaminato quattro leggi delle Regioni e ha quindi deliberato di non impugnare:

  • la legge della Regione Veneto n. 37 del 10/09/2019, recante “Disposizioni in materia di tutela delle prestazioni professionali e di contrasto all’evasione fiscale”;
  • la legge della Regione Veneto n. 38 del 10/09/2019, recante “Norme sulla prevenzione e cura del disturbo da gioco d’azzardo patologico”;
  • la legge della Regione Basilicata n. 14 del 18/09/2019, recante “Rendiconto generale per l’esercizio finanziario 2017 della Regione Basilicata”;
  • la legge della Regione Basilicata n. 15 del 18/09/2019, recante “Bilancio di previsione finanziario per il triennio 2019/2021 dell’Ente di Governo per i Rifiuti e le Risorse Idriche della Basilicata (E.G.R.I.B.)”.

Infine, il Consiglio dei Ministri ha deliberato la rinuncia all’impugnativa della legge della Regione Marche n. 39 del 3 ottobre 2018, recante “Variazione generale al bilancio di previsione 2018/2020 ai sensi del comma 1 dell’articolo 51 del decreto legislativo 23 giugno 2011, n. 118 - (1° provvedimento)”, a seguito dell’intervenuta abrogazione della disposizione impugnata.

*****

Il Consiglio dei Ministri è terminato alle 22.00.