Camera dei Deputati - 4-04725 – Interrogazione sulla riassegnazione dei lavori di completamento della variante alla strada statale 1 Aurelia, nell' abitato dell' area di La Spezia e le poche informazioni sulla gara gestita da Anas.

Camera dei Deputati - 4-04725 Interrogazione a risposta scritta presentata il 14 febbraio 2020.

 Al Ministro delle infrastrutture e dei trasporti. — Per sapere – premesso che:

la variante alla strada statale 1 Aurelia, nell'abitato dell'area di La Spezia, rappresenta un percorso alternativo di attraversamento dell'area e di accesso alla zona portuale, volta a decongestionare la viabilità costiera dai flussi d'attraversamento e restituisce gran parte della rete viaria cittadina al traffico locale. La variante si configura come un asse tangenziale alla città di La Spezia, di circa 10 chilometri, dalla zona di san Benedetto, a nord-ovest della città, fino alla zona Stagnoni, a est, ove si collega al raccordo autostradale, aggirando l'agglomerato urbano;

l'opera è stata divisa in 3 lotti funzionali, di cui i primi due sono in fase di avanzata costruzione, mentre il terzo lotto, che si sviluppa prevalentemente in galleria, Completa la tratta urbana della variante, conferendole compiutezza funzionale tramite il collegamento con il raccordo autostradale e con la nuova penetrazione al porto commerciale, e ha un'estensione di 4.230 metri con 5 svincoli di collegamento con la viabilità ordinaria;

negli ultimi mesi è inspiegabilmente fermo l'iter burocratico amministrativo per la riassegnazione dei lavori che dovrebbero completare l'asse stradale capace di collegare in pochi minuti la parte nord della città e la bassa Val di Vara con il raccordo autostradale;

sulla gara, gestita da Anas, da oltre 46 milioni di euro per assegnare il primo lotto funzionale, ovvero il completamento del tratto tra i nuovi svincoli di via Del Forno e via Buonviaggio, si sa poco o nulla;

un primo da cronoprogramma aveva indicato la ripresa dei lavori addirittura nel mese di maggio 2019;

ora sembra che le offerte giunte all'azienda appaltatrice siano ben 13; sugli altri due lotti non si sa proprio nulla, non si sa nemmeno quando saranno messi a gara;

una situazione di disagio che si riverbera anche sui circa 86 lavoratori impegnati nell'opera;

purtroppo, i costi sociali di quest'opera stanno diventando enormi e sono destinati a pesare sulla comunità spezzina –:

se il Ministro interrogato sia a conoscenza dei fatti esposti in premessa e quali iniziative urgenti di competenza intenda adottare al fine di accelerare le procedure di assegnazione dei lavori e dare anche sollievo al traffico cittadino di La Spezia e ai tanti lavoratori impegnati nella realizzazione dell'opera che, a causa dei ritardi, vivono in uno stato di precarietà economica.
(4-04725)