Trasporto di merci su strada, esame in Corte di Giustizia Ue.

4.10.2018 – Esaminando la Sentenza C-384/17 riguardante autoveicoli pesanti adibiti al trasporto di merci su strada per l’uso di alcune infrastrutture, la Corte ha dichiarato che: “Non si può ritenere che il requisito di proporzionalità, di cui all’articolo 9 bis della direttiva 1999/62/CE del Parlamento europeo e del Consiglio, del 17 giugno 1999, relativa alla tassazione a carico di autoveicoli pesanti adibiti al trasporto di merci su strada per l’uso di alcune infrastrutture, come modificata dalla direttiva 2011/76/UE del Parlamento europeo e del Consiglio, del 27 settembre 2011, possieda effetto diretto.

Il giudice nazionale, in virtù del proprio obbligo di adottare tutte le misure appropriate, di carattere generale o particolare, per garantire il rispetto di tale disposizione, deve interpretare il diritto nazionale conformemente alla disposizione medesima, o, qualora tale interpretazione conforme non risulti possibile, disapplicare ogni disposizione nazionale laddove, nelle circostanze del caso di specie, l’applicazione di tale disposizione conduca ad un risultato contrario al diritto dell’Unione”.

Per la documentazione:

http://curia.europa.eu/juris/document/document.jsf?text=&docid=206428&pageIndex=0&doclang=IT&mode=req&dir=&occ=first&part=1&cid=764885