Comunicato stampa FINCO SU DECRETO SEMPLIFICAZIONE (DL 135/18)

CORRETTO NON PARLARE DI APPALTI. OCCASIONE PER RIPRISTINARE IL 65% PER INFISSI E SCHERMATURE SOLARI ED ELIMINARE I MECCANISMI DELLO SPLIT PAYMENT E DELLA RITENUTA D’ACCONTO DELL’8% SUGLI ECOBONUS STANTE LA FATTURAZIONE ELETTRONICA.
Roma, 9 gennaio 2019 - L’espunzione delle parti riguardanti il Codice degli Appalti dal DL Semplificazione, viene da FINCO valutata positivamente in quanto inconferenti con la materia e riguardanti una normativa organica che non può essere affrontata con interventi singoli - come purtroppo accaduto in sede di manovra di Bilancio per quanto riguarda l’innalzamento delle soglie degli affidamenti diretti a 150.000 euro e delle procedure negoziate a 300.000 euro -.
Così FINCO a margine dell’Audizione tenutasi presso le Commissioni riunite di Affari Costituzionali e Lavori Pubblici del Senato.
Preoccupazioni sono state espresse in merito all’Art.5 del Decreto in tema di cause di esclusione dagli appalti pubblici che, nel riformulare la lettera c) del Comma 5 dell’articolo 80 del Codice degli Appalti, ha allargato ancora di più le maglie della discrezionalità della stazione appaltante che dovrebbero, viceversa, essere contenute entro più oggettivi e tangibili confini......

Allegati