Comunicato stampa 22 settembre 2021.

COMUNICATO STAMPA

DARE FORMA ALLA “CASA DELLA DEMOCRAZIA EUROPEA”

I GIOVANI AMMINSITRATORI LOCALI DEL FRIULI-VENEZIA GIULIA INONTRANO

IL PRESIDENTE DEL COMITATO EUROPEO DELLE REGIONI

ROMA, 22 SETTEMBRE 2021 – Oggi, alle ore 11.00, il Presidente del Comitato europeo delle Regioni (CdR), Apostolos Tzitzikostas, ha incontrato i giovani amministratori locali del Friuli-Venezia Giulia, presso la sede del Consiglio Regionale a Trieste, nell’ambito dell’evento “Dare forma alla casa della Democrazia Europea”.

“Ringrazio il Presidente per tutto quello che ha fatto finora, - ha commentato Roberto Ciambetti, Presidente del Consiglio Regionale del Veneto, Capo delegazione italiana presso il Comitato delle Regioni e Coordinatore della Conferenza dei Presidenti delle Assemblee Legislative delle Regioni e delle Province Autonome - perché le voci delle Autonomie Locali vanno portate in Conferenza: è questo l’unico modo per poter dare un futuro all’Europa. Affinché l’Europa cambi veramente passo, è tempo di riprendere i principi presenti nei suoi trattati fondanti, che vedevano le Autonomie Locali come i fondamentali pilastri della casa comune europea.”

Sono intervenuti anche Franco Brussa, Presidente AICCRE FVG (Associazione Italiana del Consiglio dei Comuni e delle Regioni d’Europa – Federazione del FVG), Dorino Favot, Presidente ANCI FVG (Associazione Nazionale Comuni Italiani - sezione del FVG), Dusolina Marcolin, Presidente della Commissione regionale per le Pari opportunità tra uomo e donna del Friuli Venezia Giulia e Barbara Zilli, Assessore alle Finanze della Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia.

L’evento è stato ospitato da Piero Mauro Zanin, Presidente del Consiglio Regionale del Friuli-Venezia Giulia, Membro del Comitato Europeo delle Regioni e Coordinatore per le Politiche europee della Conferenza dei Presidenti delle Assemblee Legislative delle Regioni e delle Province Autonome, che ha auspicato: “un'Europa come casa comune che sappia riconoscere l'importanza delle realtà regionali e locali, prendendo spunto dalle esperienze storicamente positive già messe in atto in regione.”

Contenuto pubblico