Comm.ne Istruzione (7a) – Seguito dell’audizione del ministro dell'istruzione Lucia Azzolina sulle iniziative di competenza del suo Dicastero connesse all'emergenza epidemiologica Covid-19 e sull'avvio del prossimo anno scolastico del 8 luglio 2020.

Commissione Istruzione (7a) – Seguito dell’audizione del ministro dell'istruzione Lucia Azzolina sulle iniziative di competenza del suo Dicastero connesse all'emergenza epidemiologica Covid-19 e sull'avvio del prossimo anno scolastico del 8 luglio 2020- SINTESI DIRETTA WEB

Facendo seguito dell’audizione del 1° luglio 2020, la Ministra dell’Istruzione, Lucia Azzolina, ha ribadito che il Governo ha profuso ogni impegno affinché il diritto all’istruzione fosse assicurato a tutti gli studenti, affermando che i nostri alunni e le nostre alunne costituiscono il futuro del paese: scommettere su di loro e sulla centralità della scuola significa puntare allo sviluppo e alla crescita dell'Italia.

La DAD ha rappresentato uno strumento utile per mantenere il contatto con gli studenti anche per dimostrare la vicinanza alle loro famiglie, anche soprattutto in tutte quelle situazioni di difficoltà e di svantaggio che rischiavano di allargare a dismisura i divari territoriali e sociali già sussistenti che abbiamo il dovere di ridurre e combattere.

Per questo motivo sono state investite risorse per garantire l'acquisto di tablet connessioni e di tutti gli strumenti digitali utili ai meno abbienti. Nei giorni scorsi abbiamo varato un avviso per complessivi 236 a valere sui fondi PON: la misura consentirà di portare un piccolo ma concreto aiuto a oltre 750 mila studentesse e studenti poiché con questi fondi le scuole potranno acquistare i libri scolastici digitali e cartacei, dizionari, dispositivi digitali, materiali didattici per ragazzi con bisogni educativi speciali o disturbi specifici dell'apprendimento da destinare, anche in comodato d'uso, ai ragazzi che vivono in condizioni di maggior svantaggio.

Ha sottolineato che la priorità del Governo è stata e sarà sempre quella di non lasciare indietro nessuno valorizzando quanto faticosamente realizzato dai docenti italiani durante il periodo dell'emergenza e trasformando l'esperienza avuta in azione educativa oggetto di continuo approfondimento.

Per questa ragione, nel documento per la pianificazione delle attività scolastiche educative e formative (parte del piano per la riapertura delle scuole a settembre) sono in via di definizione le specifiche linee guida per l'utilizzo della didattica digitale integrata proprio perché sia chiara la sua funzione precipua di integrare e non di sostituire il percorso di apprendimento quale ulteriore potente strumento metodologico e didattico in via ordinaria e straordinaria.

Per tale ragione che a questa attività si accompagneranno, già nelle prossime settimane, appositi spazi di formazione del personale scolastico sulle tematiche digitali e sul rientro in sicurezza. Ha ribadito che il governo accompagnerà ogni passaggio del ritorno a scuola in sicurezza dei nostri studenti e delle nostre studentesse tenendo in continua debita considerazione le condizioni determinate dall'andamento dell'emergenza epidemiologica.

L'avvio dell'anno scolastico, nel prossimo mese di settembre, con la stesura di uno specifico protocollo di sicurezza sul modello proprio di quanto attuato per gli esami di stato si affianca ai documenti del comitato tecnico scientifico e del ministero della salute che danno indicazioni puntuali sulle misure sanitarie da attuare.

Ha accolto con favore la possibilità di svolgere test sierologici su tutto il personale scolastico in vista dell'inizio delle lezioni del nuovo anno scolastico, una misura che garantirebbe maggior sicurezza sul rientro a settembre e sulla quale sta lavorando il ministero della salute per definire le modalità e le tempistiche.

...

In allegato la sintesi della diretta web.

Contenuto pubblico

Allegati