Produzione agricola e agroalimentare biologica - Bozza del 20 febbraio 2018.

Lo schema di decreto legislativo in esame costituisce attuazione sia della delega contenuta nell'art. 5, comma 2, lettera G, della legge n. 154 del 2016 (c.d. "collegato agricolo") che di quella prevista dall'art. 2 della legge n. 170 del 2016 (legge di delegazione europea 2015).

Precisamente in base a quanto previsto dal comma 2, lettera g) il Governo è stato chiamato a provvedere all'armonizzazione e alla razionalizzazione della normativa sui controlli in materia produzione biologica  e contro le frodi agroalimentari,al fine  di evitare duplicazioni, di tutelare maggiormente i consumatori e di eliminare gli ostacoli al commercio e le distorsioni della concorrenza, nonché al fine di coordinare l'attività dei diversi soggetti istituzionalmente competenti sulla base della normativa vigente.

Il provvedimento intende così recepire ed integrare la disciplina europea in materia di produzione biologica ed etichettatura dei prodotti biologici. Sono, inoltre, previste dal decreto in esame norme di dettaglio coerenti con le finalità della delega, oltre che l'abrogazione espressa della disciplina legislativa nazionale, che viene integralmente sostituita alla luce dei principi e criteri contenuti nell'articolo 5 del decreto sopra citato.

Il provvedimento, che consta di 17 articoli, introduce, inoltre, un sistema sanzionatorio, di natura amministrativa pecuniaria, per le violazioni degli operatori del settore biologico e per quelle degli organismi di controllo.


Allegati