Aiuti di Stato: la Commissione approva un regime tedesco di 600 milioni di euro a sostegno del trasporto merci su rotaia a carro singolo.

Aiuti di Stato: la Commissione approva un regime tedesco di 600 milioni di euro a sostegno del trasporto merci su rotaia a carro singolo

DG Trasporti Ue - La Commissione europea ha approvato, in base alle norme sugli aiuti di Stato dell'UE, un regime tedesco da 600 milioni di euro per sostenere il trasporto merci su rotaia a carro singolo. Il programma, che durerà fino al 30 novembre 2025, mira a rendere meno costoso l'uso del trasporto merci a carro unico, contribuendo così al trasferimento modale del traffico merci dalla strada alla ferrovia. La misura fa parte del Programma d'azione per il clima 2030 del governo federale tedesco. L'aiuto assumerà la forma di sovvenzioni dirette agli operatori del trasporto ferroviario di merci attivi nel segmento del trasporto a carro unico. Il regime intende sollevare le società di trasporto merci su rotaia da una parte dei costi legati alle tariffe per l'utilizzo degli scali di smistamento e degli impianti di formazione dei treni. Il trasporto a carro singolo si riferisce a spedizioni inferiori alla quantità di un treno completo che richiedono il cambio o la manovra di vagoni nelle stazioni di partenza o di destinazione e in eventuali stazioni intermedie. Rappresenta circa un quarto dei servizi di trasporto ferroviario di merci in Germania. È un elemento importante delle catene logistiche in tutto il paese e svolge un ruolo chiave nel collegamento di importanti siti industriali. Inoltre, il trasporto su carro singolo supporta altre forme di trasporto merci su rotaia, trasporto combinato non accompagnato e treni completi. La Commissione ha ritenuto che la misura sia proporzionata poiché l'aiuto rimane ben al di sotto delle intensità massime consentite. La Commissione ha riscontrato che la misura migliorerà la competitività delle ferrovie europee e favorirà il trasferimento del traffico merci dalla strada alla ferrovia, in linea con gli obiettivi ambientali e di trasporto dell'UE, senza falsare indebitamente la concorrenza. Su questa base, la Commissione ha concluso che la misura è compatibile con le norme dell'UE sugli aiuti di Stato, in particolare l'articolo 93 del trattato sul funzionamento dell'Unione europea e gli orientamenti della Commissione del 2008 sugli aiuti di Stato alle imprese ferroviarie. La versione non riservata della decisione sarà resa disponibile con il numero SA.58046 nel registro degli aiuti di Stato sul sito web della concorrenza della Commissione una volta risolte eventuali questioni di riservatezza. La notizia è qui https://ec.europa.eu/commission/presscorner/detail/it/mex_20_2030

 

Contenuto pubblico