Aiuti di Stato: la Commissione approva 9 milioni di euro di finanziamenti pubblici per promuovere lo spostamento del trasporto di lastre di ferro dalla strada alla ferrovia in Italia

- Aiuti di Stato: la Commissione approva 9 milioni di euro di finanziamenti pubblici per promuovere lo spostamento del trasporto di lastre di ferro dalla strada alla ferrovia in Italia

20.12.2018 - La Commissione europea ha approvato, in base alle norme UE sugli aiuti di Stato, un regime di aiuti di 9 milioni di euro per incoraggiare lo spostamento del trasporto di lastre di ferro dalla strada alla ferrovia nella regione Friuli Venezia Giulia in Italia. Il programma sarà operativo fino al 2021. Il sostegno pubblico assume la forma di un sussidio alle società logistiche che svolgono l'intero servizio, compreso lo scarico e il trasbordo delle lastre, con l'obiettivo di ridurre i prezzi dei laminatoi situati nelle zone industriali. Il livello di assistenza che le aziende possono ricevere si basa sulla riduzione dei costi esterni (inquinamento, rumore, congestione e incidenti) raggiunti utilizzando il trasporto ferroviario rispetto al trasporto su strada. La Commissione ha inoltre riscontrato che la misura è necessaria in quanto fornisce i giusti incentivi alle società logistiche per il passaggio al trasporto ferroviario. La Commissione ha inoltre riscontrato che il regime è vantaggioso per l'ambiente e la mobilità, in quanto sostiene il trasporto ferroviario, che è meno inquinante del trasporto stradale, riducendo al contempo la congestione stradale ed evitando danni a strade e ponti causati dal trasporto eccezionale di carichi pesanti del lastre su strada nell'area interessata. Su tale base, la Commissione ha concluso che il regime è compatibile con le norme UE in materia di aiuti di Stato, in particolare l'articolo 93 del trattato sul funzionamento dell'Unione europea in materia di coordinamento dei trasporti e gli orientamenti della Commissione sugli aiuti di Stato alle imprese ferroviarie. Maggiori informazioni saranno disponibili sul sito web della concorrenza della Commissione, nel registro dei casi pubblici con il numero di procedura SA.50115. (Per ulteriori informazioni: Lucía Caudet - Tel. +32 229 56182; Giulia Astuti - Tel .: +32 229 55344)