Interrogazione a risposta scritta n. 002869/2018 su Strada statale 106.

Interrogazione a risposta scritta n. 002869/2018 su Strada statale 106

In data 12 giugno è stata presentata al Parlamento europeo l’interrogazione a risposta scritta n. 002869/2018 su Strada statale 106 dall’eurodeputato Rosa D'Amato (EFDD).

Per il testo:

La strada statale 106 "Ionica" collega Reggio Calabria a Taranto, attraverso un percorso di 491 km lungo la fascia litoranea ionica di Calabria, Basilicata e Puglia. Tale collegamento mette in comunicazione i due capoluoghi, i comuni costieri, l'Autostrada del Mediterraneo (ex A3 Salerno – Reggio Calabria) e l'autostrada A14 "Adriatica".

Il tratto riammodernato della SS 106 ha mostrato i primi cedimenti infrastrutturali: in principio, a mostrare avvallamenti era il tratto riguardante lo svincolo di Borgia, successivamente crepe e smottamenti hanno interessato anche la rampa d'uscita per Germaneto, che ha visto pure il crollo di un muro di sostegno.

Otto milioni di EUR sono stati necessari per realizzare lo svincolo che, nonostante la sua giovane età, sembra mostrare tutti i segni del tempo.

L'arteria stradale, nel corso degli anni, è stata finanziata attingendo ai fondi FAS, ai fondi FESR, ai fondi regionali e ai fondi propri dell'ANAS, ente concessionario della strada.

Può la Commissione:

  1. verificare se il tratto stradale della SS 106 ionica interessato dai cedimenti strutturali è stato finanziato con risorse comunitarie e far sapere quali azioni intende attuare per recuperare tali finanziamenti?
  2. comunicare l'ammontare dei finanziamenti comunitari, con riferimento alla programmazione 2007/2013 e 2014/2020, concessi per l'ammodernamento della SS 106 ionica?

 

- Risposta ad Interrogazione a risposta scritta n. 002869/2018 su Strada statale 106 (cita ANAS)

In data 17 luglio è pervenuta la risposta all’interrogazione a risposta scritta n. 002869/2018 su Strada statale 106 presentata dall’eurodeputato Rosa D'Amato (EFDD).

 

Per la risposta:

Nell'ambito del programma operativo Calabria 2007-2013 del Fondo europeo di sviluppo regionale (FESR), la strada statale SS 106 è stata ristrutturata lungo il tratto compreso tra Squillace e Simeri Crichi, come approvato con decisione della Commissione C(2016)8744 del 13 dicembre 2016. Il progetto presentato dall'Italia alla Commissione includeva lo svincolo di Borgia e la rampa d'uscita per Germaneto.

La Commissione può confermare che vi sono stati alcuni problemi in seguito ai lavori di costruzione, come evidenziato dall'onorevole deputato. Tuttavia, l'ANAS[1], ente nazionale per le strade, ha svolto i lavori per ripristinare la funzionalità dello svincolo di Borgia e la rampa d'uscita per Germaneto è stata ripristinata. Tali parti dell'infrastruttura sono ora pienamente operative e l'ANAS, ente nazionale concessionario della strada, ha inviato una nota all'autorità di gestione del programma operativo Calabria del FESR per certificare la loro funzionalità.

Per la modernizzazione di questa importante strada statale, per il periodo 2007-2013 sono stati stanziati 262 000 000 EUR, di cui 196 500 000 EUR a titolo del FESR.

Le disposizioni dell'attuale programma operativo Calabria 2014-2020 escludono la possibilità di utilizzare il contributo finanziario del FESR per cofinanziare ulteriori lavori per l'ammodernamento della strada statale 106. Nell'ambito del periodo di programmazione 2014-2020, l'intervento del FESR si è concentrato sulle ferrovie e sui collegamenti di trasporto multimodale.

 

[1] (acronimo che originariamente indicava l'Azienda nazionale autonoma delle strade)